White paper e pubblicazioni

Con Neocogita resti aggiornato sulle ultime evidenze in campo neuroscientifico e sulla ricerca applicata; qui puoi accedere al nostro archivio completo con tutte le pubblicazioni e i white paper da scaricare.

Consulta l’archivio dei white paper

WHITE PAPER

Brain Wellness

Aumentare il capitale mentale e il livello di benessere legato al sistema nervoso grazie alla plasticità cerebrale.

Come è collegato il benessere al nostro cervello? È possibile migliorare il benessere aumentando il potenziale delle nostre risorse interne? Individui e organizzazioni si trovano oggi di fronte a nuove sfide.

WHITE PAPER

BrainHQ

Il Training Cognitivo sul web

L’efficienza delle capacità mentali quali l’attenzione, la memoria e l’intelligenza sono gli indicatori primari del rendimento scolastico, professionale e personale. Decenni di ricerche e successi clinici in neuroscienze cognitive cominciano a mostrare cosa le persone sane possono fare per aumentare le loro capacità di concentrazione e di ragionamento. Neocogita ha individuato il programma per l’allenamento cognitivo via web con maggiore supporto da un punto di vista neuroscientifico: si tratta di BrainHQ di Posit Science.

WHITE PAPER

Sport Peak Performance

Gestire le risorse cognitive per ottimizzare i risultati

Il meccanismo neuroscientifico di base che supporta l’allenamento mentale è la plasticità cerebrale. Le neuroscienze stanno mostrando come il cervello umano sia un organo altamente plastico, che muta a seconda delle attività che svolge.

Come l’allenamento fisico cambia il corpo, così un allenamento mirato della memoria, dell’attenzione e della percezione, il controllo armonico delle emozioni e la gestione dello stress portano progressivamente a cambiamenti strutturali del cervello. A questi corrisponde un significativo miglioramento delle prestazioni sportive e del benessere mentale in genere.

WHITE PAPER

Neuroleadership: Neuroscienze e Gestione Aziendale

Gestire e migliorare le prestazioni delle Risorse Umane

La comprensione scientifica del funzionamento del cervello umano può avere importanti ricadute in un’azienda, i cui due assi portanti sono la leadership e l’organizzazione. Da un lato, infatti, i leader risolvono macro-problemi, stimolano e ispirano i collaboratori, prendono decisioni in situazioni d’incertezza, interagiscono con gli attori principali, portando avanti idee ed azioni. Dall’altro, l’organizzazione aziendale a sua volta determina l’efficacia nella ricezione della leadership e definisce la capacità d’influenza reciproca all’interno delle risorse umane.

Questi aspetti sono oggetto di studio da tanti anni dal punto di vista economico, psicologico e sociale, ma negli ultimi anni si è aggiunto anche un approccio neuroscientifico, grazie agli avanzamenti nella comprensione delle basi neuronali dei processi cognitivi, emotivi e d’interazione sociale.

WHITE PAPER

Neuroarchitettura

L’ambiente costruito influenza le nostre percezioni, le nostre emozioni, le nostre capacità d’interazione, i nostri sogni e le nostre personalità. Tutti questi processi – di cui gli architetti intuiscono i meccanismi – trovano il loro substrato ultimo nel nostro sistema nervoso. Le neuroscienze legano la nostra esperienza quotidiana alle percezioni multisensoriali ed al modo con cui esse si trasformano in emozioni, empatie e comportamenti complessi.

Qual è il motivo per cui figure simmetriche risultano piacevoli, qual è il meccanismo che ci rende estasiati di fronte ad una volta decorata, come mai una certa tonalità di luce ci rende più propensi a socializzare oppure ad isolarci? Molte sono le domande d’interesse architettonico a cui le neuroscienze cominciano a dare risposte, ma tante ancora sono quelle che non hanno una spiegazione. Neocogita sostiene la collaborazione tra l’architettura e le neuroscienze, fornendo consulenze e partecipando a programmi di ricerca applicata in questo settore emergente.

WHITE PAPER

Biofeedback e Neurofeedback Training

Il biofeedback consiste nella retroazione di un processo fisiologico, rilevato su una persona, che normalmente si svolge fuori dal controllo volontario (come ad esempio la regolazione della respirazione e della frequenza cardiaca). Questo processo permette di mostrare ad una persona come funziona realmente in diverse situazioni e in diverse prestazioni, perfezionando e migliorando le strategie per controllare questi parametri e quindi rendendo il comportamento in diverse condizioni flessibile ed adattivo.

Successivamente all’acquisizione di nuove strategie per migliorare la propria prestazione grazie al training di biofeedback, è possibile analizzare come queste strategie influiscano direttamente su un individuo in un compito prestativo “sul campo”, tramite un monitoraggio online con la stessa strumentazione di biofeedback.

WHITE PAPER

Case study: Mindfulness applicata in azienda

Laziende possono attuare percorsi innovativi per la formazione del proprio personale, con particolare riguardo ai temi del capitale mentale, del benessere e della gestione dello stress per il personale. La tecnica di riferimento adottata è la mindfulness del respiro (mindfulness of breathing), metodica che consiste nell’eseguire un training dell’attenzione sull’esperienza sensoriale presente, momento per momento, mantenendo un atteggiamento di osservazione consapevole delle esperienze e dei pensieri che spontaneamente si manifestano.

In questo white paper Neocogita presenta i risultati del proprio protocollo Brain Wellness Mindfulness adottato da un’azienda di call center.

WHITE PAPER

Training Cognitivo in Realtà Virtuale

Il Training Cognitivo ed Emozionale in realtà virtuale è una metodologia innovativa che utilizza tecnologie in grado di immergere l’utente in una simulazione altamente realistica in uno o più stimolazioni (visiva, uditiva, tattile, olfattiva), fornendogli una forte sensazione di “presenza” nell’ambiente virtuale e facilitando così enormemente il processo di trasferimento delle competenze acquisite o riabilitate durante il training all’ambiente reale (non simulato).

WHITE PAPER

Bias cognitivi e processi decisionali

Come vengono prese le decisioni finanziarie? Cosa accade nella mente e nel cervello di una persona che deve decidere se acquistare o meno un titolo quotato in borsa, o se vendere o mantenere un proprio titolo in rialzo o in ribasso?

Contrariamente a quella che è la visione economica (e anche un po’ quella comune), molto spesso il comportamento dell’investitore finanziario non segue pedissequamente i principi razionali della logica e della statistica quando questi si trova a valutare l’utilità di investire in un titolo anziché un altro. Infatti, la ricerca empirica ha mostrato che le decisioni finanziarie (e non solo) sono costantemente influenzate dai cosiddetti bias cognitivi, errori di ragionamento che la nostra mente compie sistematicamente in maniera pressoché automatica e inconsapevole quando siamo in procinto di prendere decisioni rilevanti per la nostra vita e il nostro benessere, come ad esempio le decisioni finanziarie.

Consulta l’archivio delle pubblicazioni

Mindfulness

Baseline and Strategic Effects behind Mindful Emotion Regulation: Behavioral and Physiological Investigation
Grecucci A., De Pisapia N., Thero D. K., Paladino MP, Venuti P, Job R
2015
PLoS One. 2015 Jan 15;10(1):e0116541

Funzioni esecutive e working memory

A neural model of frontostriatal interactions for behavioral planning and action chunking.
De Pisapia N., Goddard N.
2003
Neurocomputing, 52-54, 489-495
A model of dual control mechanisms through anterior cingulate and prefrontal cortex interactions
De Pisapia N., Braver T.
2006
Neurocomputing 10-12 (69), 1322-1326
Functional specializations in lateral prefrontal cortex associated with the integration and segregation of information in working memory
De Pisapia N., Slomski J. A., Braver T.
2007
Cerebral Cortex 17 (5) , 993-1006.
Models of attention, automaticity, and multi-tasking
De Pisapia N., Repovs G., Braver T.
2008
Chapter 15 of the Cambridge Handbook on Computational Cognitive Modeling edited by Ron Sun, 422-450.
Anticipatory integration of working memory information in anterior prefrontal cortex
De Pisapia N., Braver T.
2008
NeuroReport 19 (1), 15-19
Rule Acquisition in Inductive Reasoning
Crescentini C., Seyed-Allaei S., De Pisapia N., Jovicich J., Amati D., Shallice T.
2011
Journal of Neuroscience. 31(21), 7763-7774
Unconscious information processing in executive control (Editorial)
De Pisapia N.
2013
Frontiers in Human Neuroscience.7

Attività della rete di default

Spontaneous brain activity and the self
De Pisapia
2010
Proceedings of the Italian Association for Cognitive Science (AISC) 2010, 256-260
Unconscious priming instructions modulate activity in default and executive networks of the human brain
De Pisapia N., Turatto M., Lin P., Jovicich J., Caramazza A.
2012
Cerebral Cortex. 22(3):639-49.
Sex Differences in Directional Brain Responses to Infant Hunger Cries
De Pisapia N., Bornstein M. H., Rigo P., Esposito G., De Falco S., Venuti P.
2013
24(3), 142-146
Static and dynamic posterior cingulate cortex nodal topology of default mode network predicts attention task performance
Lin P., Yang Y., Jovicich J., De Pisapia N., Wang X., Zuo C.S., Levitt J.J.
2015
Brain Imaging and Behavior. 1-14

Stimolazione cerebrale (transcranial magnetic stimulation)

Integration in working memory: A magnetic stimulation study on the role of left anterior prefrontal cortex
De Pisapia N., Sandrini M., Braver T., Cattaneo L.
2012
PLoS ONE 7(8): e4373

Plasticità cerebrale

Interpersonal Competence in Young Adulthood and Right Laterality in White Matter
De Pisapia , Mauro S., Rigo P., Jager J., Papinutto N., Esposito G., Venuti P., Bornstein M. H.
2013
Journal of Cognitive Neuroscience. Jun;26(6):1257-65