Neuroscience-driven innovation. Innovazione trainata dalle neuroscienze.

Il nuovo servizio offerto da Neocogita è un’advisory a supporto dell’innovazione rivolta in particolare al settore R&D (Ricerca e Sviluppo) delle aziende. Il pilastro portante su cui si fonda è la neuroergonomia, disciplina che nasce dalla fusione tra neuroscienze ed ergonomia, ovvero tra lo studio scientifico del cervello per identificarne la struttura e la funzionalità (neuroscienze) e lo studio dell’interazione uomo-macchina in contesti naturali, lavorativi e non (ergonomia). La neuroergonomia utilizza le conoscenze esistenti sul comportamento umano e sul funzionamento cerebrale, per identificare tecnologie e interfacce human-friendly e per supportare la progettazione di ambienti di lavoro più sicuri ed efficienti, che siano in grado aumentare il well-being del lavoratore, massimizzandone al contempo la produttività.

Lavorare a supporto dell’innovazione

Per l’advisory a supporto dell’innovazione, Neocogita si avvale attualmente di tre strumenti:

  • Un eye-tracker, ovvero uno speciale paio di occhiali che è in grado di registrare e di analizzare i movimenti degli occhi al fine di individuare i punti più salienti del campo visivo. Questo strumento permette di ottenere delle importanti metriche come il tempo di permanenza dello sguardo su un determinato elemento dello spazio, la frequenza con cui lo sguardo è “caduto” in una precisa area, e il diametro pupillare, che può essere utilizzato come un indice di quanto il cervello dell’individuo è impegnato o sovraccaricato in un determinato momento.
  • Un sensore indossabile per la rilevazione del battito cardiaco che consente, attraverso l’analisi dell’elettrocardiogramma (ECG), di estrarre informazioni relative alla variabilità della frequenza cardiaca (Heart Rate Variability – HRV), una misura indiretta dell’attività del sistema nervoso autonomo. In un cuore normale e sano c’è una normale variazione, in termini di millisecondi, tra i battiti del cuore. In un cuore stressato, al contrario, i battiti cardiaci sono più costanti e tale variazione tende a ridursi. Un basso valore di HRV, quindi, è un indice di una scarsa attività parasimpatica dovuta allo stress.
  • Un sensore per la misurazione della conduttanza cutanea (o risposta galvanica della pelle) che indica l’attività delle ghiandole sudorifere, che riflettono l’intensità dello stato emotivo dell’individuo. Questo consente di misurare il livello di arousal emotivo, il quale permette a sua volta di inferire la quantità di stress generato da una determinata attività.

Tutelare il benessere del lavoratore

Un servizio, quello offerto da Neocogita, che continua a mettere in primo piano il benessere dell’individuo all’interno del suo ambiente lavorativo, agendo non solo sull’individuo stesso ma soprattutto sulla strumentazione che questi è tenuto ad utilizzare e sull’ambiente all’interno del quale è chiamato a svolgere quotidianamente la sua prestazione d’opera.

La sofisticata strumentazione, unita alla competenza offerta da un team multidisciplinare e al continuo scambio con aziende leader nel campo dell’innovazione e delle nuove tecnologie, rende Neocogita un punto di riferimento nel settore del benessere in azienda e, ora possiamo dirlo, dell’innovazione trainata dalle neuroscienze.