Il sorriso che ti cambia il cervello

Un sorriso non solo ti fa sentire più piacevole, ma ti rende più in salute. Non male per una cosa così semplice!

 

Ci sarà anche chi non vuole sorridere per non farsi venire le rughe (probabilmente avete già letto questa storia), ma la ricerca scientifica ha dimostrato in quanti modi il sorriso sia benefico per il tuo benessere e per la tua carriera.

Sappiamo da tempo che un sorriso può migliorare il nostro umore (su Scientific American era uscito questo articolo già nel 2009), e ridurre lo stress. E la cosa funziona anche per i sorrisi “finti”: sforzati a sorridere e avrai gli stessi benefici.

 

Come per qualsiasi cosa tu faccia, anche quando sorridi il cervello è consapevole dell’attività e ne tiene traccia. Più sorridi, più sarai in grado di interrompere la tendenza naturale del cervello a pensare negativamente. Sorridendo, puoi far ristrutturare il cervello a creare schemi positivi più spesso di quelli negativi.

 

La felicità, quindi, può essere paragonabile a uno sport: dobbiamo allenare il nostro cervello a pensare positivamente e a essere felice. Più ci alleniamo, più sarà semplice bloccare la negatività, pensare positivo e quindi dare una spinta alla produttività e alla creatività, che ci permetterà di avere risultati migliori nel lavoro e nella nostra vita.

 

Oltre agli effetti sul nostro stato mentale, sorridere può avere degli effetti anche sulla nostra biologia. Lasciando andare la tensione (che avviene in modo naturale quando sorridiamo), anche le cellule del nostro corpo diventano meno rigide. La biologa Sondra Barrett sostiene in una sua ricerca che questo “rilassamento” può salvarci la vita: pazienti malati di cancro hanno visto un recesso della malattia semplicemente eliminando un importante fattore che causava loro stress.

Le nostre cellule, afferma la Barrett, sono più di un fortuito insieme di elementi, ma sono una “comunità di miliardi e miliardi di entità che collaborano per creare un rifugio per l’animo umano”.

Da un punto di vista scientifico, quindi, sorridere di più fa bene: non costa nulla e puoi anche far finta di essere felice e ottenere gli stessi benefici. La tua carriera riceverà una spinta di produttività e avrai una capacità attentiva e abilità cognitive migliori, oltre a sentirti più competente in qualsiasi situazione.

Con una prospettiva così, non vorresti sorridere un po’ di più?

 

Articoli consigliati

Nell’ambito delle nostre vite sempre più impegnate e con richieste elevate di performance in ogni settore, risulta essenziale capire come i ritmi biologici influenzino le nostre capacità cognitive. Un recente studio condotto da Pablo Valdez, ricercatore presso il laboratorio di psicofisiologia dell’Università di Monterrey (Messico), evidenzia l’importanza dell’interazione tra i ritmi circadiani e l’attenzione, un […]

Il benessere in azienda Nel mondo del benessere aziendale, la promozione di uno stile di vita sano tra i dipendenti è cruciale per migliorare non solo la loro salute fisica, ma anche la produttività e la soddisfazione lavorativa. Un elemento fondamentale in questo contesto è l’incoraggiamento all’attività fisica regolare. Tuttavia, con la proliferazione di dispositivi […]

L’importanza dell’attività fisica per la nostra salute e per il benessere nel luogo di lavoro è ormai indiscussa. Tuttavia, nella frenesia delle nostre giornate lavorative, spesso ci troviamo a rimandare l’allenamento a un “domani” che fatica ad arrivare. E se fosse possibile ottenere benefici significativi per la salute cardiovascolare in meno di un minuto? Questo […]

Vuoi ottenere maggiori informazioni sulla tecnologia TOI™ e sulle possibilità di implementazione in servizi di terze parti?