Report sullo stato globale dell’attività fisica

L’attività fisica regolare promuove la salute fisica e mentale. È benefica per le persone di tutte le età e capacità, e non è mai troppo tardi per iniziare a essere più attivi e meno sedentari per migliorare la salute. Tuttavia, l’81% degli adolescenti e il 27,5% degli adulti non soddisfa i livelli di attività fisica raccomandati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e questo si ripercuote sugli individui e sulle loro famiglie, ma anche sui servizi sanitari e sulla società nel suo complesso.

Per aiutare i Paesi ad aumentare i livelli di partecipazione, il Piano d’azione globale dell’OMS sull’attività fisica 2018-2030 (GAPPA) fornisce una serie di raccomandazioni politiche basate sull’evidenza per aumentare i livelli di engagement in quattro aree strategiche di partecipazione:

  • Società attive
  • Ambienti attivi
  • Persone attive
  • Sistemi attivi

Attuato efficacemente da parte di tutti i Paesi, il GAPPA potrebbe accelerare il raggiungimento dell’obiettivo globale di una riduzione del 15% dei livelli di inattività fisica della popolazione entro il 2030.

Il report

Il “Global status report on physical activity 2022” è un report pubblicato dall’OMS che fornisce una panoramica completa della situazione mondiale inerente l’attività fisica e la salute. Presenta una sintesi dei progressi globali nell’attuazione delle raccomandazioni GAPPA.

Secondo il report, l’attività fisica regolare è essenziale per la salute e il benessere delle persone, ma sono ancora troppi gli individui che non si impegnano abbastanza per trasformare l’attività fisica in una sana abitudine. L’OMS raccomanda agli adulti (in condizione di normale salute) di svolgere almeno 150-300 minuti di attività fisica moderata a settimana. I bambini e gli adolescenti, invece, dovrebbero svolgere almeno 60 minuti di attività fisica moderata al giorno.

In generale, vale il principio del “more is better”, secondo il quale superare i 300 minuti di attività fisica moderata a settimana può portare a un ulteriore giovamento.

Inoltre, il report sottolinea l’importanza di ridurre drasticamente il tempo trascorso in fase inattiva durante la giornata.

Immagine adattata da “Global status report on physical activity 2022”.

Il report evidenzia anche che l’attività fisica ha benefici significativi per la salute mentale, in particolare per la riduzione dello stress e dell’ansia. Inoltre, il movimento può aiutare a prevenire e gestire molte malattie croniche, tra cui le malattie cardiache, il diabete di tipo 2 e il cancro.

Le politiche e le pratiche che promuovono l’attività fisica sono essenziali per creare un ambiente favorevole alla salute. Ciò può includere la promozione di spazi verdi e sicuri per l’attività fisica all’aperto, il miglioramento dell’accessibilità ai trasporti attivi come camminare o andare in bicicletta e la promozione dell’attività fisica sul posto di lavoro.

Raccomandazioni

Il report si conclude con 5 raccomandazioni che dovrebbero essere attuate da tutti i Paesi per favorire un positivo aumento dell’attività fisica:

  1. Rafforzare la titolarità dell’intero governo e la leadership politica. Si raccomanda a tutti i Paesi di rafforzare la propria leadership sull’attività fisica all’interno e all’esterno del governo, a tutti i livelli, e di assicurare che la responsabilità per la realizzazione di specifiche azioni politiche sia riconosciuta e garantita.
  2. Integrare l’attività fisica nelle politiche pertinenti e sostenerne l’attuazione attraverso strumenti pratici e linee guida. Si raccomanda a tutti i Paesi di rivedere le politiche nazionali pertinenti, nonché i regolamenti e gli standard per identificare e rafforzare l’inclusione dell’attività fisica. Tutti dovrebbero potenziare l’offerta di strumenti e linee guida adeguate, insieme alla formazione del personale, per garantire che le politiche di incremento dell’attività fisica non rimangano solo un’aspirazione.
  3. Sostenere le partnership, coinvolgere le comunità, rafforzare le capacità delle persone. Si raccomanda a tutti i Paesi di rivedere e, ove necessario, istituire meccanismi di coordinamento nazionali per rafforzare le collaborazioni e le partnership tra più soggetti, assicurando che ciò sia combinato con un impegno efficace a livello di governi subnazionali e con le comunità locali, comprese quelle meno attive.
  4. Rafforzare i sistemi di dati, il monitoraggio e la traduzione delle conoscenze. Tutti i Paesi sono incoraggiati a creare sistemi di monitoraggio e informazione nazionali e subnazionali in grado di tracciare e raccogliere i dati relativi a queste e altre importanti aree rilevanti per l’attività fisica, per fornire ai governi informazioni che possano guidare il ciclo delle politiche.
  5. Garantire e allineare i finanziamenti agli impegni politici nazionali. Si raccomanda a tutti i Paesi di condurre una revisione nazionale e intergovernativa per garantire che i finanziamenti siano adeguati e allineati per sostenere un’attuazione efficace ed efficiente delle politiche nazionali e la valutazione dei risultati e dell’impatto.

Neocogita promuove da sempre l’attività fisica

Se vuoi conoscere i programmi che Neocogita offre per la promozione e il monitoraggio dell’attività fisica a livello aziendale, non esitare a contattarci. Ti forniremo tutte le informazioni disponibili.

Articoli consigliati

  L’invecchiamento è un processo che tutti affrontiamo, ma il modo in cui si invecchia può variare notevolmente da persona a persona. Anche se il tempo avanza inesorabilmente, infatti, esistono strategie per influenzare positivamente la resilienza del nostro corpo e della nostra mente. In questa sezione esploreremo come possiamo gestire gli effetti del tempo sul nostro […]

L’insonnia è un comune disturbo del sonno caratterizzato da difficoltà nell’iniziare o mantenere il sonno o da risvegli precoci che ha un impatto significativo sulla qualità della vita e aumenta il rischio di malattie croniche come malattie cardiovascolari, ipertensione e diabete. Sebbene le terapie convenzionali come la terapia cognitivo-comportamentale e i farmaci ipnotici sedativi siano […]

L’interazione complessa tra le nostre esperienze psicologiche e la salute fisica ha da sempre interessato scienziati e professionisti del settore medico. Una recente ricerca condotta dal University College London (UCL) ha illuminato questa relazione, concentrandosi in particolare su come lo stress (soprattutto gli stressor cronici come le difficoltà finanziarie) incida sui nostri sistemi biologici. Questo […]

Vuoi ottenere maggiori informazioni sulla tecnologia TOI™ e sulle possibilità di implementazione in servizi di terze parti?