Una pedalata per un cervello più in salute

Abbiamo già parlato dell’importanza dell’esercizio fisico per la salute del nostro cervello in questo articolo, oppure in questo, ma poco si è parlato nello specifico di ciclismo.

Uno recente studio olandese ha riportato che i partecipanti che si sono allenati in bicicletta per 6 mesi hanno mostrato un aumento della densità e della connettività della sostanza bianca del cervello. Questo aumento si è verificato sia nei pazienti che soffrono di schizofrenia (il gruppo in esame), sia nel gruppo di controllo di individui sani.

 

cyclingNello studio olandese, i ricercatori hanno voluto indagare in particolare se allenarsi in un’attività non nuova (nell’immaginario comune gli olandesi sono sempre in bicicletta, o come dicono i ricercatori dello studio, “andare in bici è un’abilità endemica in Olanda”) può avere gli stessi benefici di quando se ne apprende una nuova.

I risultati di questa ricerca suggeriscono quindi che allenare un’abilità già conosciuta, come l’andare in bici, aumenti la connettività cerebrale e soprattutto i tratti delle fibre della sostanza bianca connessi al funzionamento motorio.

 

Un altro studio di Taiwan ha rivelato che individui con diabete o sindrome metabolica hanno beneficiato di un allenamento di 12 settimane su una cyclette mostrando un aumento del fattore neurotrofico cerebrale (BDNF, ovvero Brain-Derived Neurotrophic Factor), una sostanza chimica coinvolta nel supportare la plasticità neurale favorendo la crescita e la differenziazione di nuovi neuroni e nuove sinapsi. Il BDNF è attivo nell’ippocampo, nella corteccia cerebrale e nel prosencefalo basale, aree importanti per l’apprendimento, la memoria e il pensiero.

 

Che aspetti allora? Una pedalata aiuta la salute del tuo cervello! E come diceva J. F. Kennedy: “Niente è paragonabile al semplice piacere di un giro in bicicletta.”

Articoli consigliati

  L’invecchiamento è un processo che tutti affrontiamo, ma il modo in cui si invecchia può variare notevolmente da persona a persona. Anche se il tempo avanza inesorabilmente, infatti, esistono strategie per influenzare positivamente la resilienza del nostro corpo e della nostra mente. In questa sezione esploreremo come possiamo gestire gli effetti del tempo sul nostro […]

L’insonnia è un comune disturbo del sonno caratterizzato da difficoltà nell’iniziare o mantenere il sonno o da risvegli precoci che ha un impatto significativo sulla qualità della vita e aumenta il rischio di malattie croniche come malattie cardiovascolari, ipertensione e diabete. Sebbene le terapie convenzionali come la terapia cognitivo-comportamentale e i farmaci ipnotici sedativi siano […]

L’interazione complessa tra le nostre esperienze psicologiche e la salute fisica ha da sempre interessato scienziati e professionisti del settore medico. Una recente ricerca condotta dal University College London (UCL) ha illuminato questa relazione, concentrandosi in particolare su come lo stress (soprattutto gli stressor cronici come le difficoltà finanziarie) incida sui nostri sistemi biologici. Questo […]

Vuoi ottenere maggiori informazioni sulla tecnologia TOI™ e sulle possibilità di implementazione in servizi di terze parti?